Mondiali 2014 - Loew: “La semifinale con l’Italia è un incubo”

Il ct della nazionale tedesca ha confessato durante un’intervista che la partita di Euro2012 non è stata ancora dimenticata. È quasi come un film horror, ho la pelle d'oca quando ripenso a partite come quella"

Sei mesi dopo Joachim Loew fa mea culpa. Intervistato dalla "Sueddeutsche Zeitung", il ct della Germania torna sulla semifinale persa con l'Italia agli Europei e su alcune scelte poi criticate in patria, come quella di puntare su Kroos e Gomez al posto di Mueller e Klose. "Col senno di poi, probabilmente avrei disposto diversamente i giocatori - ammette - Posso essere criticato per non essere capace di cambiare le partite ma in alcuni casi non avevo altre soluzioni". Tornando alla sfida con l'Italia di Prandelli, Loew confessa che "ci sono state diverse notti in cui mi sono svegliato in preda al panico, cominciando a ricordare alcuni frammenti di quella partita. È quasi come un film horror, ho la pelle d'oca quando ripenso a partite come quella".

Il 2012 della Germania è stato però positivo, le uniche due macchie sono quel ko con gli azzurri e l'assurda rimonta subita dalla Svezia, da 4-0 a 4-4. "Abbiamo fallito solo il grande obiettivo di vincere gli Europei o almeno arrivare in finale - il suo bilancio - Anche il pari con la Svezia non è stato uno dei momenti migliori ma siamo nella giusta direzione. Alle volte devi farti davvero male per imparare. Quello che ci è accaduto con la Svezia, per esempio, non ci accadrà di nuovo. Suonerebbe un campanello d'allarme e gestiremmo la cosa in modo diverso"

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport