Motomondiale - Hayden fa sorridere la Ducati nei test a Jerez

L'americano chiude la seconda giornata con un confortante 1'40"090, miglior prestazione stagionale della Desmosedici sul tracciato iberico. Dovizioso ai box per uno strappo al collo rimediato durante il Rally di Monza dovrebbe scendere in pista domani, nell'ultimo giorno

Dopo una prima giornata complicata la seconda giornata di test ad Jerez de La Frontera regala segnali confortanti in casa Ducati. Con Andrea Dovizioso ancora bloccato dai problemi per lo strappo al collo rimediato durante il rally di Monza, che lo hanno costretto a restare fermo ai box e a disputare appena tre giri nella giornata ieri, a svolgere il lavoro di sviluppo è stato Nicky Hayden che ha fatto registrare un incoraggiante 1’40”090, miglior prestazione stagionale della Desmosedici sul tracciato iberico.

Un crono arrivato nonostante condizioni tutt’altro che ideali a livello di temperatura dell’asfalto che non ha mai superato i 20 gradi centigradi. Kentucky Kid ha fatto registrare l’interessante utilizzando il telaio utilizzato nella seconda parte del Mondiale, non quello più evoluto che la Ducati ha portato insieme ad un nuovo forcellone.

Buone cose ha fatto intravedere anche Andrea Iannone che è sceso sotto il muro dell’1’41” chiudendo la lunga giornata (ben 72 i giri completati dal 23enne pilota abruzzese) con un 1’40”989. Iannone ed il tester Pirro saranno in pista anche domani nella giornata conclusiva di questa tre giorni di prove mentre non sarà in pista Nicky Hayden che è ripartita per l’America questa sera. La casa di Borgo Panigale spera di poter recuperare Andrea Dovizioso, che domani proverà a rimettersi il casco ed a scendere in pista per prendere confidenza con la D16.

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport