Motomondiale - Stoner non tiferà per Rossi e non lo nasconde

Il pilota HRC, prossimo al ritiro, confessa chi sono i suoi preferiti: "Tiferò per Pedrosa e Lorenzo, due avversari che rispetto" e l'allusione all'atipatia per il Dottore è ovvia. A proposito sempre di rispetto, spiega che per questa MotoGP non ne ha più

Alla vigilia dell'ultima gara della sua vita a Valencia il campione australiano della Honda, Casey Stoner, si confessa in esclusiva a panorama.it.

E motiva così il suo ritiro: "Il problema non è la mia passione; è la passione che manca in circuito, quella che avevo trovato da bambino nel paddock e mi ha spinto a trascorrere tutti questi anni con la tuta addosso. Comunque, ci sono tanti motivi per cui e' arrivato il momento di smettere. Un giorno spiegherò nei dettagli: adesso, in poche parole, dico che ho perso il rispetto per questo campionato e non approvo la direzione che ha preso".

Nonostante si fosse parlato qualche giorno fa di un ripensamento, è difficile che l'australiano possa cambiare idea. "Mai dire mai, certo, ma non credo proprio - spiega - il campionato dovrebbe subire modifiche radicali. E poi non cambio parere alla svelta: sono un tipo riflessivo e, quando arrivo a una decisione, resta quella".

E per quanto riguarda il futuro: "Voglio dedicarmi alla mia famiglia e guarderò le gare dalla tv. Per chi farò il tifo: per Lorenzo e Pedrosa, con i quali ho combattuto con il massimo rispetto".