Ora è ufficiale, Lesnar è tornato

Lo avevamo anticipato alcuni mesi fa quando, all'indomani del suo addio alle MMA successivo a una brutta sconfitta, Lesnar non si era affannato più di tanto a smentire la notizia di un possibile ritorno alla WWE

Il boato del pubblico di Miami che ha accolto la sua sagoma sul proscenio di Raw, nel tradizionale e attesissimo appuntamento immediatamente successivo a Wrestlemania, ha lasciato intendere quanto il ritorno di Brock Lesnar fosse atteso dal pubblico del wrestling professionistico.

IL RITORNO DI "BIG THING" - Lesnar torna dopo una lunghissima assenza: e certo non si era lasciato bene né con la WWE né con i suoi fans. Desideroso di dimostrare le sue qualità sportive aveva tentato, fallendola miseramente, l'avventura in NFL provando da difensore con i Minnesota Vikings. Poi, più volte escluso dai test, e costretto a non lottare per via di un contratto di esclusiva ancora in essere con la WWE, si era rifugiato in Giappone, lottando da wrestler professionista. Quindi aveva scelto la UFC ottenendo consensi ma anche lezioni pesanti. L'ultima, quella subita a gennaio da Alistair Overeem durante UFC #141, deve averlo convinto che c'era un modo più semplice per sbarcare il lunario.

RITORNATO, NON SOLO PER IL WRESTLING - Le voci si sono rincorse per alcuni mesi ma la conclusione era più o meno sempre la stessa: Lesnar voleva tornare a wrestling professionistico e doveva semplicemente decidere se farlo con la WWE o la TNA visto che, stando ai rumours anche la federazione rivale di quella dei McMahon aveva proposto un accordo interessante. Lesnar deve averci pensato un po', forse neppure tanto: secondo i giornali che seguono non solo il wrestling ma anche il mondo dello show business, Lesnar ha velleità di attore: e in questo momento la WWE ha molte possibillità di coinvolgerlo in progetti interessanti com'è accaduto in passato per The Rock, Big Show, Triple H, John Cena e come dovrebbe accadere a breve anche con Rand Orton.

PRIMO OBIETTIVO, JOHN CENA - Pochi mesi di attesa che il suo contratto con la compagnia di MMA finisse ed eccolo fare capolino a Raw, infliggendo una F5 a John Cena e riconquistando uno spazio dal quale mancava dal 2004.

Fisicamente non sembra essere nelle sue migliori condizioni: ma Lesnar era e resta 'The Big Thing', un idolo per molti appassionati, una promessa solo parzialmente mantenuta secondo molti gli addetti ai lavori. E per la WWE, disperatamente bisognosa di nuove star vista la carenza di personalità di molti wrestler di nuova generazione e l'ormai annunciato diradamento di apparizioni dei leader della old school, Lesnar è una grande opportunità. Di qui l'accordo: si parla di un anno di contratto, molto ricco, nel corso del quale Lesnar, tuttavia dovrà "fare pace con il wrestling" e con i suoi fans. Dimostrando quel rispetto per il business che in passato è sembrato mancare.

IL FUTURO DI LESNAR IN WWE - Al momento è certo che Lesnar comparirà sia ai prossimi tre show di Raw, ma non è dato sapere contro chi. Tuttavia, visto che in programma ci sono incontri di coppia che vedranno John Cena e CM Punk affrontare Chris Jericho e Kane, Lesnar potrebbe entrare da guastatore, ruolo che gli calza a pennello, prendendo di mira proprio Cena. Che poi, a Extreme Rules la prossima pay per view in programma a Chicago il 29 aprile il suo avversario possa essere davvero John Cena, è anche troppo facile immaginarlo.

L'impressione tuttavia è che l'ex campione del mondo UFC sarà soprattutto la grande attrattiva di SummerslaM, la pay per view più attesa dopo Wrestlemania, e che da oggi fino ad allora Lesnar dovrà dimostrare con quanta voglia e determinazione è tornato là da dove la sua lunga e tortuosa strada di star dello sport business e dello sportainment era cominciata.