Scomparso Peter Jaks, leggenda svizzera

Peter Jack, ex-ala della Nazionale svizzera, è scomparso domenica 2 ottobre senza lasciare traccia: alcuni testimoni lo avrebbero visto prendere un treno a Bellinzona diretto verso sud

Peter Jaks è scomparso: la leggenda dell’hockey svizzero ed ex-giocatore di Ambrì, Lugano e Zurigo, ha fatto perdere le sue tracce domenica mattina, 2 ottobre, quando le ultime segnalazioni lo davano a bordo di un treno a Bellinzona diretto verso sud, verso l’Italia. Secondo quanto riportano alcuni testimoni, avrebbe anche cambiato dei franchi in euro alla stazione, un indizio che rafforza la tesi di una sua “fuga” verso il nostro Paese.

Jaks sarebbe dovuto andare in Repubblica Ceca, a trovare la madre, ma la sua auto è ancora parcheggiata sotto casa, a Bellinzona, e anche il suo telefono cellulare è stato ritrovato, spento, nella sua abitazione. La polizia, che lo sta cercando da oltre 48 ore, non è riuscita a rintracciarlo attraverso il sistema satellitare. Le ricerche si stanno concentrando soprattutto lungo il Ticino, dove gli agenti della polizia lacustre perlustrano la zona.

Peter Jaks, nato nel 1966 nella Repubblica Ceca ma dotato di passaporto svizzero, dove si è trasferito da giovanissimo per giocare professionalmente a hockey su ghiaccio, ha chiuso nel 2003 una carriera ventennale fra Ambrì, Lugano e Zurigo (3 titoli in tutto) ed ha vestito, fra l’86 e il ’98, anche la maglia della nazionale svizzera. È il fratello maggiore di Pauli Jaks, anch’egli ex nazionale e primo giocatore svizzero ad aver debuttato in NHL con i Los Angeles Kings di Wayne Gretzky: Pauli ha collaborato con Eurosport come commentatore per l’hockey su ghiaccio, su prato e la Spengler Cup.