Senoner, quando il tuo tempo è già passato

Senoner, quando il tuo tempo è già passato

La vita è fatta di tempi. C'è il tempo per ridere, quello per piangere. Il tempo per guardare il mondo con occhi famelici, quando ti senti ricco per ogni risposta che trovano i tuoi perché, e poi quello successivo in cui i perché non trovano risposta e la sola ricerca ti riempie.

Tra gente comune e sportivi, in fondo, poco cambia. Per questi ultimi i tempi, le misure, le distanze in certi casi, hanno un'importanza maggiore, forse. Ma il tempo che li vede protagonisti assume sfumature piuttosto simili a quello di tutti gli altri attori della vita.

E così da bambino, lo sportivo non sa neanche chi diventerà. I suoi perché trovano risposta nel "mi piace e questo mi basta" e così va avanti facendo della sua passione un gioco e del suo gioco lo sport che domani sarà professione.

Gli anni dell'adolescenza sono un vero dramma. I compagni di scuola, gli amici, le cose da fare, i film da vedere. E lui lì, nel suo mondo ghettizzato che nessuno al di fuori di lui e degli altri compagni di squadra può capire.

Un universo fatto di regole, diete, trasferte che gli fanno saltare il giorno del compito in classe e la festa di fine anno, fatto di gare che gli fanno perdere la gita e con essa la ghiotta chance di trascorrere del tempo con la fiamma di turno, fatto di tutto quel che segue di contorno ad un piatto troppo ricco per un'età che, forse, è ancora troppo giovane.

Troppo giovane per i troppi impegni, perfetta per trovare i risultati. È infatti nel decennio che dai 16 conduce ai 26 anni che il corpo tende ad assumere la tonalità muscolare, l'elasticità e trova l'energia adeguata per puntare in alto. E dopo il boom, le copertine, i titoli, i guadagni, le richieste che fanno del bambino che giocava di ieri il campione di oggi, c'è ancora tanta vita da 'disputare' fuori dai campi, dalle competizioni, dalle piste e dalle gare.

Simona Senoner, promessa del salto con gli sci, aveva 17 anni. Tutto il suo passato non è mai stato raccontato. Il suo presente fa notizia solo oggi che diventa passato.