Serie A - Allarme Cassano: "Ha subito un colpo serio"

L'amministratore delegato del Parma Pietro Leonardi fa il punto della situazione su FantAntonio: "In Nazionale non farà i test atletici e non è detto che recuperi per la partita contro l'Inter, magari fosse" (foto AP/LaPresse)

Eurosport
Serie A - Allarme Cassano: "Ha subito un colpo serio"
.

Visualizza foto

Le condizioni di Antonio Cassano sollevano qualche dubbio proprio quando FantAntonio riesce a coronare il sogno di tornare in Nazionale a due anni di distanza dall’ultima partita, la finale di Euro 2012. Il talento barese ha saltato le ultime tre partite del Parma, compreso il derby di domenica alle 12:30 a Bologna. E a far luce sui recenti problemi è l’amministratore delegato del club crociato Pietro Leonardi.

Intervenuto a Teleducato Parma, il dirigente gialloblù è stato molto chiaro: “Ci giocheremo l’Europa League sino all’ultima giornata, quindi intervengo per smentire delle illazioni che mirano a destabilizzarci. Non è vero che Cassano non ha giocato a Bologna perché voleva andare in Nazionale e dovevamo preservarlo. Se noi andremo in Europa League sarà un miracolo, quindi bisogna stare attenti e sono obbligato a dare compattezza in vista di un obiettivo storico”.

Poi, la spiegazione: “La situazione di Cassano è seria. È andato in Nazionale, ma non sosterrà nessun tipo di lavoro atletico a Coverciano. Deve fare un percorso di recupero di un certo tipo. Per forzare il ritorno con il Napoli siamo tornati indietro di qualche giorno. Ci auguriamo che possa tornare contro l’Inter, ma non è detto. Noi saremmo contenti di averlo a disposizione, magari fosse così. Ma non è affatto detto”.

I problemi di FantAntonio sono stati causati da un brutto intervento subito nel match dell’Olimpico contro la Lazio. “Sta male e ci auguriamo che migliori il più in fretta possibile – prosegue Leonardi -. Ma si deve dare importanza al colpo che ha ricevuto. Un colpo assolutamente da condannare e, invece, i pochi giornali nazionali che hanno riportato la notizia hanno scritto che a darglielo è stato Biava. Hanno sbagliato anche il nome del giocatore, che era Cana”.

Visualizza foto

.

Messe a tacere, dunque, anche le voci sul suo mancato utilizzo a Bologna: “Basta illazioni. A me ha meravigliato l’attaccamento di Cassano, che non era tenuto a venire in trasferta ma si è presentato comunque per incitare la squadra. Se poi lo volevate in panchina, avremmo potuto portare un poster. Ma chi è malato è malato e chi è sano è sano”.

Non resta che attendere il recupero, con la speranza che non vi siano ulteriori complicazioni alla caviglia e che Cassano possa riprendere in fretta la strada verso il Mondiale. Lì dove dovrebbe esserci Gabriel Paletta (“Nessuno lo vuole vendere e lui non vuole andare via, ma andando al Mondiale è chiaro che potrà essere ambito da un grande club”, chiosa Leonardi) e dove non ci sarà quasi certamente Fabio Quagliarella, un giocatore che ha mandato messaggi importanti a Roberto Donadoni nei giorni scorsi.

Leonardi recepisce il messaggio e risponde: “Con lui sono in ottimissimi rapporti. È uno di quei calciatori che mi ha dato le più grandi soddisfazioni dal punto di vista tecnico ed economico. Quando ero a Udine lo vendemmo al Napoli per 19 milioni di euro. Ma questo vuol dire tutto e niente, noi abbiamo un reparto offensivo importante anche se è chiaro che in caso di Europa League dovremmo rafforzarci”.

***

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport

Visualizza commenti (10)