Serie A Basket - Cantù ferma Sassari: buon Mancinelli

La squadra di Trinchieri si aggiudica l'anticipo di mezzogiorno 94-80 nonostante l'assenza di Tyus: bel debutto per il Mancio, che segna 13 punti dalla panchina

BENNET CANTU'-BANCO SARDEGNA SASSARI 94-80 (24-20, 37-46; 67-65)

Chissà, domenica prossima potrebbero anche ritrovarsi in una ipotetica finale di Coppa Italia, ma per il momento il successo di Cantù su Sassari permette alla formazione di Trinchieri di interrompere una striscia negativa di due sconfitte consecutive in campionato e di accorciare la parte alta della classifica. Priva di Tyus, la Chebolletta gode per il debutto convincente di Stefano Mancinelli, appena arrivato in Brianza dopo una lunga inattività per sostituire quel Markoishvili partito per destinazioni turche: l'ex-Milano funge da sesto uomo di extra-lusso chiudendo con 13 punti e un inusuale 2/2 dalla distanza per un giocatore che non ha mai avuto nel tiro da fuori il suo punto di forza principale.

A proposito di ex-Olimpia, in avvio è Pietro Aradori (21 punti, top-scorer della partita) a tenere viva Cantù, segnandone 12 nei primi 5' di gara e 18 all'intervallo lungo, là dove la Dinamo allunga sul +9 (37-46) grazie alle fiammate di Thornton (ex di turno, 16 punti) e Travis Diener (21 con 7 assist). Il terzo fallo di Easley a inizio ripresa, però, comincia a cambiare gli equilibri in campo, con la squadra di casa che innesca la rimonta sulle triple di Tabu, Leunen e ancora Aradori: Sassari, di contro, che aveva chiuso il primo tempo con uno sfolgorante 8/13 dalla distanza, si ritrova con le polveri bagnate (13/27 alla fine), quando una scelleratezza di Di Liegro (fallo su Brooks e tecnico per proteste) regala di fatto 6 punti a Cantù per il sorpasso.

La partita si accende e sale di colpi anche Mazzarino: il Cardinale traccia la via (10 punti per lui), subito raccolta da Tabu, gran protagonista nel mini-parziale decisivo di 8-2 (79-74) alla metà dell'ultimo periodo di gioco. Poi ancora Mazzarino: due bombe in fila, un paio di grandi giocate di presenza di Cusin sotto i tabelloni, e Cantù archivia con tranquillità il successo nel finale.

Cantù: Tabu 15, Aradori 21, Cusin 12, Leunen 10, Brooks 9; Mancinelli 10, Mazzarino 10, Scekic 7, Anderson 0. N.e.: Casella, Abass, Kudlacek. All.: Trinchieri.

Sassari: Easley 6, D. Diener 14, T. Diener 21, Thornton 16, Ignerski 9; B. Sacchetti 7, Di Liegro 3, Devecchi 4, Pinton 0. N.e.: Spissu. All.: R. Sacchetti.

* * *

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport