Serie A - Cassano squalificato per due partite

Fermato, per un match, anche Stramaccioni dopo il rosso rimediato contro il Cagliari. Cassano, invece, paga le offese a fine partita all'arbitro Giacomelli. Un turno di squalifica anche per Cavani e Pizarro, falcidiate Pescara e Palermo. Ammende per Catania, Milan e Bologna

Due turni di squalifica per l'interista Antonio Cassano e uno per il tecnico nerazzurro Andrea Stramaccioni. Lo ha deciso il Giudice sportivo Gianpaolo Tosel in merito alle gare della 13a giornata della massima serie.

L'attaccante barese, non espulso dal direttore di gara, paga "per avere, al termine della gara, nel sottopassaggio che adduce agli spogliatoi, rivolto all'Arbitro un'espressione ingiuriosa", mentre il tecnico, espulso, "per avere, al 46° del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale, correndo al di fuori dell'area tecnica e rivolgendo agli Ufficiali di gara un'espressione ingiuriosa".

Tra i tecnici un turno di stop anche per Massimo Carrera (Juventus). Tra i calciatori, un turno a Barreto, Labrin, Ujkani (Palermo), Capuano, Zanon, Cascione (Pescara), Cigarini (Atalanta), Sliti (Bologna), Astori (Cagliari), Cavani (Napoli), Gargano (Inter), Hetemaj, Sardo (Chievo), Parolo (Parma), Pizarro (Fiorentina).

Tra le società, ammende a Catania (4.000 euro), Milan (3.000 euro), Bologna (2.000 euro).

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport