Serie A - Contro il Napoli, la Juve soffre da un po'

Le statistiche e le curiosità più interessanti dell'ottava giornata di Serie A. La Juventus ha vinto solo una delle ultime sei sfide di campionato contro il Napoli, che non perde da otto incontri, se si considera anche l’ultima giornata dello scorso campionato. Il Milan è la squadra che subisce più gol da palla inattiva; Klose viaggia alla media di un gol a partita

Eurosport
Serie A: Contro il Napoli, la Juve soffre da un po'
.

Visualizza foto

ATALANTA-SIENA

L’Atalanta conduce per quattro vittorie a tre nei precedenti contro il Siena in Serie A, cinque pareggi completano il quadro. Solo una volta nei 12 precedenti in campionato una di queste due squadre è riuscita a segnare più di due gol: Atalanta-Siena 3-1 del maggio 2007. A Bergamo gli orobici erano imbattuti contro il Siena, prima dell’ultimo confronto dello scorso aprile, in cui i toscani si imposero per 2-1 grazie ai gol di Larrondo e Destro. L’Atalanta viene da tre sconfitte consecutive in campionato, nelle quali ha subito complessivamente nove gol. In casa i bergamaschi non pareggiano da otto gare (quattro vittorie e altrettante sconfitte). Dopo i successi senza subire gol contro Inter e Bologna, il Siena ha perso per 2-1 contro Lazio e Juventus. I toscani sono andati a segno in tutte le ultime 11 trasferte di campionato a cavallo tra questa stagione e la scorsa. L’Atalanta è la squadra che ha perso più punti da situazione di vantaggio in questa Serie A (otto): solo due vittorie per Denis & co nelle cinque gare in cui sono stati in vantaggio. Sono tre i gol segnati da Denis in cinque sfide di campionato contro il Siena, inclusa la doppietta della gara d’andata della scorsa stagione. Nell’unico match giocato contro i toscani, Davide Brivio realizzò la sua prima rete in Serie A (Lecce-Siena 4-1 dello scorso febbraio). In questa stagione Emanuele Calaiò è stato colto in posizione di fuorigioco per 20 volte, più di ogni altro giocatore.

CAGLIARI-BOLOGNA

Sono 48 i precedenti in Serie A tra Cagliari e Bologna: sardi avanti per 16 vittorie a 14, ma è il pareggio il risultato più frequente, verificatosi 18 volte finora. Tre delle ultime cinque sfide di campionato tra Cagliari e Bologna sono infatti finite in parità: completano il parziale una vittoria per parte. In precedenza, i sardi si erano imposti in tre partite di fila contro il Bologna, subendo una sola rete. Il Cagliari è imbattuto in casa da sei sfide contro il Bologna (tre vittorie, altrettanti pareggi). I felsinei hanno vinto solo una delle ultime 12 trasferte sarde nella massima serie (1-0 nel dicembre 1998). Nell’ultimo turno di campionato, contro il Torino, il Cagliari ha trovato il primo successo stagionale in campionato dopo due pareggi e quattro sconfitte. Il Cagliari è l’unica squadra di questo campionato a non aver ancora vinto una partita tra le mura amiche (un pareggio e due sconfitte). Il Bologna ha perso quattro delle ultime cinque trasferte di campionato senza segnare alcun gol; completa il parziale la vittoria in rimonta all’Olimpico contro la Roma (3-2). Quello del Cagliari è il peggior attacco della Serie A: appena quattro gol segnati finora. Quella sarda è inoltre l’unica compagine a non aver ancora trovato il gol nei primi tempi. Mauricio Pinilla ha segnato un gol nell’unica gara di Serie A giocata contro i felsinei (Palermo-Bologna 4-1 dell’ottobre 2010). Alessandro Diamanti è il primo giocatore della Serie A 2012/13 per numero di dribbling riusciti (24).

CHIEVO-FIORENTINA

Chievo e Fiorentina si sono affrontate in Serie A 16 volte – un solo pareggio finora, con cinque vittorie dei veneti e 10 dei viola. I veronesi hanno vinto quattro delle ultime sei sfide contro i gigliati in campionato. Nei 16 confronti tra Chievo e Fiorentina nel massimo campionato, nessuna delle due squadre è mai riuscita a segnare più di due gol. L’unico pareggio è arrivato proprio nella prima sfida al Bentegodi: nei successivi sette confronti in Veneto ci sono stati due successi dei padroni di casa, e cinque vittorie ospiti. L’esordio di Eugenio Corini nella panchina gialloblu è coinciso con il ritorno al successo del Chievo dopo cinque sconfitte consecutive. La Fiorentina ha perso solo una delle ultime cinque gare di Serie A, 1-2 a San Siro contro l’Inter; due vittorie e altrettanti pareggi completano il parziale. In trasferta la squadra di Montella non ha ancora trovato i tre punti in questo campionato (due sconfitte ed un pareggio). Il Chievo, peggior difesa della Serie A alla pari del Pescara (14 gol subiti), è anche la compagine che ha incassato più reti nella ripresa (nove). Solo contro il Parma (otto reti) Luca Toni ha messo a segno più gol che contro il Chievo in Serie A (sei). David Di Michele è andato a segno in tre degli ultimi quattro incontri di campionato giocati contro la Fiorentina.

GENOA-ROMA

La Roma è la squadra contro cui il Genoa ha vinto più volte in Serie A (31 le vittorie dei grifoni su 90 precedenti); completano il quadro 21 pareggi e 38 vittorie giallorosse. Queste due squadre non pareggiano da 12 sfide di campionato: cinque vittorie dei grifoni, sette dei capitolini. I liguri si sono imposti in sei degli ultimi sette incontri con la Roma a Marassi, inclusi tutti gli ultimi quattro. Queste ultime quattro sfide giocate tra Genoa e Roma in Liguria hanno prodotto in tutto 19 reti. I grifoni non perdono da quattro gare di campionato, ma hanno pareggiato le ultime tre. I rossoblu sono andati a segno in tutte le ultime nove partite casalinghe, tuttavia hanno vinto solo tre volte in questo parziale. Battendo per 2-0 l’Atalanta, la Roma è riuscita a non subire gol per la prima volta in questo campionato (escluso ovviamente il 3-0 a tavolino col Cagliari). Prima dell’1-4 subito a Torino contro la Juventus, i giallorossi avevano vinto tutte le precedenti tre gare esterne di campionato a cavallo tra questa stagione e la scorsa. Francesco Totti è andato a segno in entrambe le ultime due sfide giocate a Marassi contro il Genoa. Gli ultimi tre gol del Genoa in questo campionato portano la firma di Marco Borriello. Luigi De Canio ha vinto solo due degli 11 precedenti contro la Roma in Serie A, mentre Zdenek Zeman non ha mai perso in otto sfide contro il Genoa nel massimo campionato (sei vittorie, due pareggi).

INTER-CATANIA

Nei 30 incontri tra Inter e Catania, nerazzurri avanti per 21 successi a cinque, quattro i pareggi. Tuttavia, il Catania è rimasto imbattuto nelle due sfide dello scorso anno: vittoria al Massimino per 2-1 e pareggio a Milano per 2-2. Nerazzurri imbattuti in casa col Catania in Serie A (13 vittorie e due pareggi). Inter reduce da tre vittorie di fila in campionato, in cui ha subito un solo gol. I siciliani hanno vinto soltanto tre gare lontano da casa se consideriamo questo campionato e i due passati: 17 i pareggi e 21 le sconfitte. In questa stagione gli etnei hanno raccolto un solo punto nelle tre gare esterne giocate finora. Dei nove gol messi a segno finora dai siciliani, ben sette sono di marca argentina Bergessio (tre), Gomez (due), Barrientos (uno), Spolli (uno); solo due italiani (Marchese e Lodi). Esteban Cambiasso ha già segnato quattro gol al Catania nella massima serie, solo contro la Fiorentina (cinque) ne ha fatti di più. L’Inter ha già fatto otto gol prima dell’intervallo, solo la Lazio (nove) ne ha fatti di più nei primi 45 minuti.

JUVENTUS-NAPOLI

Questo è per il Napoli il miglior inizio di stagione in Serie A dal 1987/88 (anche in quell'occasione sei vittorie ed un pareggio). I Campioni d’Italia hanno vinto solo una delle ultime sei sfide di campionato coi partenopei, vittoriosi in tre di queste. Negli ultimi 31 incontri casalinghi la Juventus non è riuscita ad andare a segno con il Napoli solo una volta (0-0 nel maggio 1982). Il Napoli non perde da otto incontri, se si considera anche l’ultima giornata dello scorso campionato (sette successi, solo quattro gol subiti). La formazione di Mazzarri nelle tre trasferte di questo campionato non ha subito gol, ottenendo due successi e un pareggio. Gli azzurri con solo tre gol subiti, sono la miglior difesa del campionato, proprio davanti alla Juventus che ne ha incassati quattro. Il Napoli è con la Roma il bersaglio preferito da Alessandro Matri in Serie A (cinque gol). Proprio contro il Napoli, Matri segnò il suo primo gol in Serie A nell’agosto del 2007. Juve e Napoli hanno sempre vinto nelle sei gare stagionali in cui sono state in vantaggio. Giorgio Chiellini ha segnato in tre partite al Napoli, e in due occasioni la Juventus ha pareggiato (2-2 nel maggio 2011) e perso (3-1 nel marzo 2010). Il Napoli non ha mai perso quando Marek Hamsik è andato a segno contro la Juventus: tre successi e un pareggio. Sono cinque le reti complessive per lo slovacco contro la Vecchia Signora, solo al Palermo ne ha fatte di più (sette).

LAZIO-MILAN

La Lazio ha vinto l’ultimo dei precedenti con il Milan dopo essere stata a secco per 27 sfide coi rossoneri, in cui aveva ottenuto 14 sconfitte e 13 pareggi. Milan e Roma sono le formazionie contro cui i biancocelesti hanno pareggiato di più nella massima serie, 54 volte. Il Milan ha perso quattro gare nelle prime sette giornate per la prima volta dal 1941/42. Nell’ultima sfida casalinga contro i rossoneri la Lazio ha tenuto la porta inviolata per la prima volta dopo una serie di quattro incontri in cui avevano subito di media 2.75 gol a partita. La Lazio non pareggia da nove gare di Serie A (sette successi e due sole sconfitte). La Lazio è la squadra cha ha segnato più gol nei primi tempi in questa Serie A (12 sui nove totali). Il Milan ha la più alta percentuale in Serie A di gol subiti da palla inattiva: l’85.7%, sei sui sette totali (tre su punizione indiretta, due su rigore e uno sugli sviluppi di calcio d’andolo). Per Miroslav Klose in media un gol ogni due partite giocate in Serie A (17 reti, 34 presenze), inclusa la doppietta nell’ultima gara contro il Pescara. Hernanes è il giocatore che ha mandato per più volte al tiro un compagno in questo campionato (21). Dei 12 gol realizzati finora dalla Lazio solo uno è di marca italiana; quello di Antonio Candreva nel 3-0 contro il Palermo.

PALERMO-TORINO

Sono 38 gli scontri diretti in Serie A tra Palermo e Torino: piemontesi avanti per 18 vittorie a 10, 10 sono anche i pareggi. Il Palermo non perde in casa con il Torino da sei sfide: cinque successi per i siciliani e un pareggio. In queste ultime sei sfide casalinghe col Toro, i rosanero hanno subito solo due gol. Se consideriamo parte della passata stagione e l’inizio di quest’anno il Palermo ha vinto solamente due delle ultime 21 gare disputate, completano il bilancio 11 sconfitte e otto pareggi. Il Palermo ha sempre incassato gol nelle ultime 13 partite giocate in Serie A. Torino ancora imbattuto in trasferta in questa stagione (una vittoria e due pareggi). Il Torino finora ha segnato nove reti, più della metà (cinque) nell’ultima partita esterna vinta sul campo dell’Atalanta. Il Torino ha subito solo due gol prima dell’intervallo, nessuna squadra ha fatto meglio quest’anno in Serie A. Dei 21 gol realizzati finora da Matteo Brighi quattro sono stati contro il Palermo, suo bersaglio preferito in Serie A. Rolando Bianchi ha segnato la sua unica tripletta in Serie A proprio contro il Palermo nel settembre 2006 quando vestiva la maglia della Reggina; nell’occasione il Palermo vinse comunque 4-3.

PARMA-SAMPDORIA

Sarà la 33ª sfida tra Parma e Sampdoria, il bilancio vede il Parma avanti per 13 successi a 11, otto i pareggi. Il Parma ha vinto gli ultimi tre incontri tra le due squadre, sempre per 1-0. I ducali non vincono da cinque giornate di Serie A (tre pareggi e due sconfitte). I blucerchiati sono da quattro giornate senza un successo, dopo un inizio di stagione con tre vittorie di fila. I gialloblu non perdono in casa da otto gare, se consideriamo anche lo scorso campionato (sei successi e due pareggi). La Sampdoria, dopo il Siena (45) è la squadra con meno tiri tentati della Serie A, 56. Lorenzo De Silvestri ha segnato gli unici due gol in carriera in Serie A proprio contro il Parma ai tempi della sua militanza alla Fiorentina (2009/10 e 2010/11). Daniele Galloppa (uno) e Cristiano Zaccardo (due) sono gli unici due giocatori del Parma che con questa maglia hanno segnato contro la Sampdoria in Serie A. Roberto Donandoni ha incontrato quattro volte la Sampdoria da allenatore senza mai perdere: tre i successi e un solo pareggio.

UDINESE-PESCARA

Udinese e Pescara si sono incontrate nella massima serie soltanto quattro volte con il Pescara che non ha mai battuto i friulani: due successi dei bianconeri e due pareggi. Nei quattro precedenti tra queste due squadre è stata segnata una media di quattro gol a partita. L’Udinese si è imposta nei due precedenti giocati in casa, l’ultimo dei quali è stato un 5-2 nell’ottobre 1992. In queste prime sette giornate i bianconeri hanno vinto una volta sola (contro il Milan), pareggiando tre gare e perdendone altrettante. La prossima sarà per l’Udinese la 500ª sconfitta in Serie A della sua storia. L’ultima volta che l’Udinese dopo sette gare di campionato ha avuto una sola vittoria è stata nella stagione 2004/05 con lo stesso record: un successo, tre pareggi e altrettante sconfitte. L’unico successo esterno di quest’anno del Pescara è stato a Cagliari: ha interrotto un trend negativo di 18 gare senza vittorie con16 sconfitte e due pareggi nel massimo campionato. Due dei tre gol segnati in trasferta dal Pescara arrivano da punizioni dirette: una di Quintero e l’altra di Terlizzi. Il Pescara è la formazione di Serie A con la migliore percentuale di tiri nello specchio pari al 50% (28 su 56). Elvis Abbruscato (due) e Francesco Modesto (uno) del Pescara sono gli unici giocatori di entrambe le squadre ad aver segnato alla formazione avversaria in Serie A, entrambi con la maglia di un’altra squadra.

Visualizza commenti (60)