Serie A - Erick Thohir: un indonesiano vuole l’Inter

Ha 43 anni e nel suo Paese è un imprenditore di successo: vorrebbe il 51% delle quote della società nerazzurra. Moratti, che ufficialmente smentisce, sembra disposto a cederne solo il 20

L’Inter potrebbe passare di mano. Questa la notizia che circola con insistenza da un po’ di giorni nell’ambiente nerazzurro. La proprietà sta studiando un passaggio di mano a favore di un indonesiano, tale Erick Thohir, che vorrebbe acquisire il 51% delle quote della società diventandone così l’azionista di maggioranza.

Moratti, però, per il momento non cede, e spiega che è disposto a perdere solo il 20% dell’Inter. Erick Thohir (a sinistra nella foto in basso), nato a Jakarta, è un imprenditore di 43 anni proprietario della Atra International, colosso indonesiano che si occupa di infrastrutture, agricoltura e tecnologia. Il calcio non è il suo primo obiettivo a livello sportivo: Thohir ha già una quota nell’Nba con i Philadelphia 76ers e controlla il DC United della Mls. Presidente della Federazione del Sud Est asiatico e proprietario di due club di basket nel suo Paese, Thohir vorrebbe adesso provare a misurarsi con il calcio italiano. Con l’Inter.

Moratti, direttamente dal sito ufficiale dell’Inter, commenta la notizia: smentisce di aver avviato una trattativa, ma ammette che qualche contatto c’è stato. “I contatti con alcuni gruppi internazionali in relazione all'Inter ed in particolare alla costruzione del nuovo stadio attualmente rimangono ad un livello solo di manifestazioni di interesse – spiega il presidente dell’Inter -. Potrò prenderli in considerazione qualora dovessero diventare più concreti, anche se come argomento non è prioritario in questo momento. Conseguentemente non posso fare altro che smentire quanto letto su alcuni organi di stampa nazionali in merito ad un eventuale prossimo accordo con un gruppo indonesiano, tanto quanto con altri gruppi internazionali citati”.

***

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport