Serie A - Inter da applausi, tre punti anche a Bologna

Ottavo successo in trasferta per l'Inter di Andrea Stramaccioni che vince anche a Bologna grazie ai gol di Ranocchia, di testa nel primo tempo, Milito (alla 100esima presenza in maglia nerazzurra) e Cambiasso nella ripresa. Per il Bologna, sempre in gol nelle ultime tredici partite casalinghe, rete della bandiera firmata da Cherubin

Inter in corsa campionato e reduce dalla vittoria interna contro il Partizan Belgrado di Europa League. I nerazzurri arrivano a Bologna forti di ben sette vittorie esterne consecutive tra Serie A ed Europa ma messi in campo con un 3-5-2 da mister Stramaccioni. In panchina Antonio Cassano e spazio alla coppia d’attacco Milito e Palacio. Cambiasso torna a centrocampo e lo fa in posizione decisamente più avanzata mentre sulla linea mediana ci pensano Gargano e Mudingayi. Sulle fasce Zanetti e Nagatomo. Difesa a tre con Ranocchia, Samuel e Juan Jesus. Mister Pioli si affida a Diamanti dietro la coppia d’attacco formata da Gabbiadini e Gilardino.

L’Inter ha sempre segnato nelle ultime dieci trasferte e anche a Bologna il record continua. Dopo una partenza tutto pressing e corsa degli emiliani ci pensa infatti Ranocchia a sbloccare il risultato alla mezzora. Difensore che pochi minuti prima aveva sfiorato il palo, sempre su calcio piazzato, sempre su cross del solito Cambiasso. L’argentino conquista un fallo sulla trequarti, batte lungo ed è bravissimo Ranocchia a colpire di testa e battere Agliardi. Dopo l’inizio faticoso continua a guadagnare metri l’Inter con le corse di Nagatomo e Zanetti e il continuo movimento offensivo di Milito e Palacio. Dall’altra parte è Diamanti a costruire le migliori cose. L’ex azzurro prova in tutti i modi a servire Gilardino, braccato sempre dall’ottimo Juan Jesus, o a concludere dalla distanza senza successo. Anche Guarente prova a sorprendere Handanovic con un tiro dalla distanza e pallone alto sopra la traversa. Il primo tempo termina con i nerazzurri in vantaggio sotto la pioggia e con un intervento molto dubbio e al limite su Diamanti in area nerazzurra. Due i cartellini gialli, uno per parte con Mudingayi e Pazienza.

Nessun cambio nella ripresa e Inter che cerca subito l’affondo dopo la doppia occasione bolognese con Diamanti. Al 52esimo gli emiliani si fanno trovare impreparati sulla ripartenza di Palacio che dal limite serve alla perfezione Milito che dall’area piccola non deve fare altro che deviare in porta per il 2-0 nerazzurro. Anche il Bologna riesce comunque a non fermare la striscia casalinga di gol grazie a Cherubin che al minuto 58 segna la rete del momentaneo 2-1. Bologna che ha sempre segnato almeno un gol nelle ultime 14 gare interne ufficiali disputate, tra vecchia e nuova stagione, per un totale di 23 reti all'attivo. Il gol bolognese aumenta pressione e sulle panchine saltano i nervi. Espulsi infatti l’allenatore degli emiliani Pioli e il vice di Stramaccioni Baresi. Il Bologna si getta in avanti senza paura a caccia del pareggio ma proprio nel miglior momento per i rossoblù arriva il terzo gol dell’Inter, firmata da Cambiasso bravo a superare Agliardi con un cucchiaio su servizio di prima di Palacio. Handanovic sull’azione successiva bolognese salva la porta sulla conclusione di Diamanti. Stramaccioni inserisce Alvarez e Cassano per Palacio e Milito. Il barese tiene palla e gestisce nel migliore dei modi ogni pallone mentre il Bologna continua ad attaccare senza sosta alla ricerca del gol che non arriva.

Continua quindi l’incredibile striscia vincente dell’Inter di Andrea Stramaccioni, reduci da 7 vittorie esterne ufficiali ottenute in casa di Hajduk Spalato e Vaslui (rispettivamente 3-0 e 2-0, in Europa League), Pescara, Torino e Chievo Verona (rispettivamente 3-0 e doppio 2-0, in serie A), Neftchi Baku (3-1 in Europa League) e Milan (1-0 in campionato). Un record che diventa quindi di otto match con questi tre punti conquistati al Dall’Ara e per ritrovare almeno 8 successi consecutivi fuori casa bisogna tornare indietro al periodo dicembre 2006-marzo 2007: allora i successi furono addirittura 9, ottenuti tra serie A e coppa Italia. Mercoledì l’Inter torna a San Siro contro la Sampdoria sempre più in crisi di risultati prima del big match di sabato sera allo Juventus Stadium contro i bianconeri di Antonio Conte.