Serie A - L’Inter sprofonda a Siena: Lazio ko

La formazione di Stramaccioni perde 3-1 in casa dell’ultima in classifica: la Lazio rimonta da 0-2 a 2-2, ma poi è beffata dal Genoa nel recupero. Vince la Fiorentina, netto 2-0 al Franchi contro il Parma. Il Palermo perde in casa contro l’Atalanta e ora la panchina di Gasperini è sempre più a rischio. Successo in trasferta del Bologna sul campo del Pescara...

La 23esima giornata di Serie A vede il clamoroso tonfo dell’Inter di Stramaccioni sul campo del Siena: 3-1 il risultato finale per i padroni di casa. Perde la Lazio, che era riuscita a rimontare da 0-2 a 2-2 a Marassi contro il Genoa. Vince senza problemi la Fiorentina: il Bologna conquista tre punti importantissimi sul campo del Pescara. Perde, male, il Palermo di Gasperini, ora ultimo in classifica.

FIORENTINA-PARMA 2-0 – LIVE REPORT

Torna a vincere la Fiorentina dopo più di un mese di astinenza. Finisce 2-0 all'Artemio Franchi contro uno spento Parma. La squadra viola sblocca il risultato nel primo tempo grazie al gol di testa di Luca Toni, bravo a mettere in rete un bel cross di Cuadrado. Il Parma non ci crede e la Fiorentina raddoppia ad inizio ripresa con il gol di Jovetic lesto a sfruttare la sponda di Migliaccio. Alla luce dei risultati di questa giornata sono tre punti fondamentali per la squadra di Montella, che rilanciano la squadra viola in classifica per la corsa Champions.

GENOA-LAZIO 3-2 – LIVE REPORT

Un gol di Marco Rigoni all’ultimo minuto di recupero regala un successo d’importanza cruciale al Genoa, che sale così a 21 punti in classifica, superando il Pescara e abbandonando la zona retrocessione. La Lazio era riuscita a rimontare lo svantaggio iniziale di due gol – arrivati entrambi nel primo tempo, con Borriello e Bertolacci – grazie alle reti di Floccari e Stefano Mauri (su rigore contestato), prima dell’apoteosi finale ligura grazie al gol all’esordio di Marco Rigoni.

PALERMO-ATALANTA 1-2 – LIVE REPORT

L’Atalanta conquista i primi tre punti del 2013 sul campo di un Palermo ancora incerottato e in crisi nonostante gli svariati innesti provenienti dal mercato di gennaio. Dopo un primo tempo molto equilibrato, la squadra di Colantuono infrange la difesa rosanero, a lungo tenuta in piedi da Stefano Sorrentino specialmente con il grande intervento a negare il gol a Parra, grazie alla pressione applicata ad inizio ripresa. Al 54’ arriva l’azione della svolta: Radovanovic calcia verso la porta, trova la traversa e poi sulla ribattuta Carmona segna di testa. La reazione del Palermo e timida, o comunque troppo tardiva, così che l’Atalanta ha tutto il tempo per riorganizzarsi in contropiede e mettere le basi per il raddoppio. La firma del secondo gol è di Denis, subentrato a Parra, e autore di un bel gol di destro su lancio lungo dalle retrovie da Stendardo. I rosanero chiudono avanti a pieno organico, ma il gol di Malele – 19enne svizzero – rimane l’unico acuto di una squadra ancora lontana dalla forma che potrebbe portarla via dalla zona retrocessione.

PESCARA-BOLOGNA 2-3 – LIVE REPORT

Importantissima vittoria del Bologna che espugna il campo del Pescara e si allontana in maniera prepotente dalla “zona rossa”. I felsinei chiudono il primo tempo in svantaggio a causa dei due rigori assegnati in favore del Pescara, realizzati da Weiss e D’Agostino, mentre per gli ospiti è Diamanti a segnare il gol del momentaneo pareggio. Nella ripresa però i padroni di casa non sembrano entrare con il giusto piglio ed il Bologna ne approfitta per segnare subito il pareggio con Gilardino e di sfiorare il vantaggio sempre con l’ex punta del Milan che viene fermata solo dall’arbitro dopo una splendida rete in mezza rovesciata, annullata per fuorigioco. Gli abruzzesi non riescono proprio a reagire e all’ennesimo assalto il Bologna trova di nuovo la rete con Kone, rete fatale al Pescara che con questa sconfitta, la quarta consecutiva torna in zona retrocessione.

SIENA-INTER 3-1 - LIVE REPORT

Disastro Inter. Seconda sfida e seconda figuraccia contro il Siena, vittorioso già all'andata, a San Siro per 2-0 e oggi improvvisamente trasformata da ultima della classe a big, con un 3-1 che stende la squadra nerazzurra, al termine della peggior partita della stagione per gli uomini di Stramaccioni. Una squadra inguardabile, che concede spazi che sembrano autostrade agli avversari per tutti e novanta i minuti. Imbarazzante nella prima parte di gioco la fase di copertura sulla destra con Rubin e Sestu capaci di fare il bello e il cattivo tempo, oltre che segnare due gol in appena cinque minuti. A sbloccare il risultato (in sospetto fuorigioco) è Emeghara dopo venti minuti di gioco. Risponde un minuto dopo Cassano. Di Sestu l'eurogol che riporta in vantaggio il Siena. Nel secondo tempo il rigore di Rosina (con espulsione diretta di Chivu) chiude il match. Continua quindi la "maledizione Juve" per la squadra di Stramaccioni, incapace di vincere in trasferta, in campionato, dal 3 novembre 2012 allo Juventus Stadium.Bocciati i nuovi arrivi Schelotto e Kuzmanovic. Rimandato Kovacic.

***

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport