Serie A - La Lazio vola all'Olimpico tra le proteste

Sesta vittoria casalinga consecutiva per la Lazio che vola a 42 punti in classifica. Vittoria ottenuta con due gol nella ripresa, ma la prima rete di Floccari era assolutamente da annullare per il tocco di mano dell'attaccante biancoceleste. Il raddoppio arriva su uno sfortunato autogol di Brivio. Lazio a -3 dalla Juventus.

La Lazio compie 113 anni e li festeggia nel migliore dei modi. Arriva una vittoria, la sesta consecutiva in casa, dove la squadra biancoceleste ha ottenuto ben 28 dei suoi 42 punti stagionali. Vittoria però non certo brillante della banda di Petkovic, che sblocca la partita con un gol irregolare di Floccari e raddoppia grazie ad uno sfortunato autorete di Brivio. Ma andiamo con ordine e passiamo all’analisi del match.

LAZIO AL COMPLETO, ATALANTA CON I NUOVI ACQUISTI – Petkovic cambia gli uomini rispetto all’ultima uscita: senza Gonzales e Dias, dentro Ciani e Candreva, mentre Marchetti, che non doveva essere in campo quest’oggi, è invece tra gli undici titolari. Per la squadra di Colantuono scendono subito in campo i due nuovi acquisti Giorgi e Canini, mentre in attacco Moralez è a supporto di German Denis. Schelotto trova posto in panchina e potrebbe abbandonare Bergamo già ad inizio settimana.

DOMINA L'EQUILIBRIO ALL'OLIMPICO - Partita non certo vibrante e ricca di emozioni quella della prima frazione. Vige un grande equilibrio, con un'ottima Atalanta ordinata e che ha concesso nulla a questa Lazio. Attacca troppo centralmente la squadra biancoceleste, che sbatte sul muro nerazzurro ben costruito. Petkovic chiede più volte di sfruttare di più le fasce laterali, ma nel primo tempo arriva molto poco da quelle zone. Non c'è praticamente nulla da segnalare di questi primi 45', a parte alcuni tiri da fuori di Brivio per l'Atalanta e di Hernanes per i padroni di casa, ma il pallone finisce lontano dallo specchio della porta. Dopo 2 minuti di recupero l'arbitro manda le squadre negli spogliatoi.

CAMBIA LA LAZIO, DENTRO CANA E FLOCCARI - Petkovic prova a cambiare volto alla sua squadra senza grossi risultati. Nei primi minuti la Lazio è sempre molto ferma e poco propositiva, ma nei minuti successivi il ritmo si alza velocemente e biancocelesti sfiorano il gol in più occasioni. Il primo a mettere i brividi a Consigli è Hernanes che, su punizione, impegna il portiere dell'Atalanta. Poco dopo il neo entrato Floccari prova il tiro dal limite, il pallone viene deviato da Canini e per poco non beffa il portiere finendo alto di un soffio. Al 63' la più grossa occasione fino ad ora accaduta: dalla bandierina Cana mette in mezzo per Mauri che colpisce benissimo di testa, ma Carmona salva sulla linea in tuffo.

BIANCOCELESTI IN VANTAGGIO, MA QUANTE PROTESTE - E' solo il preludio al vantaggio laziale, che arriva al minuto 67, ma il modo in cui arriva è tutt'altro che regolare: grande azione di Radu che dalla fascia si accentra, mette in mezzo forte rasoterra e Canini prova a spazzare ma devia il pallone sulla traversa. La sfera rimbalza e sbatte sul braccio di Floccari che stoppa il pallone con la mano e deposita in rete a porta vuota. Vibranti le proteste atalantine, ma l'arbitro convalida la rete. Lazio quindi in vantaggio, mentre gli ospiti si innervosiscono moltissimo.

SFORTUNATO BRIVIO, LA PARTITA FINISCE 2-0: Fioccano i cartellini gialli, soprattutto per i giocatori dell'Atalanta molto nervosi dopo l'ingiusto gol subito, mentre la Lazio trova spazio in avanti e va vicina al raddoppio: Floccari si beve due avversari sulla fascia, mette in mezzo e Konko al volo conclude in rete, ma Consigli respinge in tuffo. Tre minuti dopo arriva il raddoppio biancoceleste in un modo alquanto casuale: innocuo cross dalla tre quarti di Mauri, Brivio di testa prova a spazzare ma sbaglia tutto ed insacca nella propria porta. La Lazio legittima il vantaggio negli ultimi minuti, grazie ad alcune belle conclusioni dalla distanza, mentre l'Atalanta chiude in 10 per la doppia espulsione di Carmona. Sesta vittoria interna consecutiva per i biancocelesti che volano in classifica a 42 punti.

VOLA LA LAZIO, RIMANDATA L’ATALANTA – Come detto, questa non è certo una vittoria indimenticabile della Lazio. La squadra di Petkovic ha giocato meglio degli avversari, ma non ha certo fatto la partita della vita ed è stata alquanto fortunata nelle due azioni da gol, decisive per il risultato. Ma la fortuna fa parte dello sport e la squadra biancoceleste oggi ne ha approfittato a piene mani. Sfortunata l’Atalanta quest’oggi, nelle decisioni arbitrali e anche nell’autogol. Ma oggettivamente la squadra di Colantuono oggi ha creato ben poco, e alla fine arriva il sesto KO consecutivo in trasferta tra campionato e coppa Italia.

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport