Serie A - Alessio: "Questa vittoria è tutta di Conte"

L'allenatore del Napoli mastica amaro per il ko nel finale, Caceres non si esalta "Abbiamo pagato a caro prezzo un errore in marcatura ma non ho nulla da rimproverare ai ragazzi". Caceres non si esalta "Questa vittoria non decide nulla. La verità è che mancano ancora 30 partite"

Martin Caceres (Difensore Juventus): "Era una partita difficile, tra le prime due della classifica. Sono contento per il gol e per la squadra, meritavamo di vincere. Sono contento e faccio i complimenti a tutta la squadra. E' fondamentale per noi che chi entra dalla panchina possa cambiare una partita. Oggi è andata così. A chi ho pensato al momento del gol? A tutti gli juventini. Questa vittoria cambia qualcosa? Questi tre punti non cambiano niente, la verità è che mancano ancora trenta partite".

Angelo Alessio (Viceallenatore Juve): "La squalifica? Per me è una ferita che difficilmente si rimarginerà, ma guardo avanti con fiducia, senza rancore. Io in questa storia non c'entravo non sono mai stato ascoltato da nessuno ne' alcuna Procura mi ha indagato. Colgo l'occasione per ringraziare tutta la società, gli avvocati, tutti quelli che mi sono stati vicini. Adesso voltiamo pagina, andiamo avanti, senza aggiungere altro, mi dispiace che Antonio stia ancora scontando questa squalifica. Il dito verso Conte dopo il gol di Pogba? Ci siamo alternati in panchina con Carrera e Filippi, ma l'allenatore è Antonio, il mio è stato un gesto di vicinanza in questo momento ancora difficile per lui. Sul 2-0 si assaporava di più la vittoria. Abbiamo vinto 8 gare, una pareggiata, abbiamo il migliore attacco e la miglior difesa, i numeri parlano chiaro, abbiamo organizzazione di gioco, anche oggi che mancavano Buffon e Vucinic. Chi ha giocato ha fatto la sua parte. Se recuperano per la Champions? Speriamo. L’impostazione della gara? Avevamo preparato il match così, cercando di evitare loro le ripartenze, la squadra si è comportata bene in tutta la gara".

Giorgio Chiellini (difensore Juventus): "E' stato un bel segnale in campo, fuori, anche nei confronti dell'arbitro, siamo stati bravi a tenere sotto controllo una gara che poteva essere ancora più animata. Complimenti a loro e a noi, potevano vincere loro, abbiamo vinto noi, ma doveva rimanere una gara di calcio. Loro hanno preparato la gara come avevano fatto con noi in passato, noi abbiamo cercato di evitare in tutti i modi di ripartire grazie alle marcature preventive".

Walter Mazzarri (Allenatore Napoli): "Caceres è saltato al posto di un altro ed il marcatore non se n'é accorto. E' stata una leggerezza che abbiamo pagato, ma ai miei giocatori ho fatto i complimenti: hanno giocato bene con piu' possesso palla in casa della Juve. Dispiace per il risultato e se continuiamo così credo che ne perderemo poche. In casa della Juve è difficile fare più di quanto fatto da noi: a parte quell'occasione avuta sulla giocata di Pirlo, siamo stati noi a comandare il gioco, senza mai soffrire. Sapevo che un episodio avrebbe potuto darci una gioia, e dopo un gol subito la Juve non avrebbe fatto più niente. Ma sapevo anche che l'unico modo per farci gol era da angolo: è andata così. Preso il primo gol ho sperato sempre di recuperare la partita, ma quando è scritto è scritto. C'é stata la grande rete di Pogba, significa che doveva andare così. Noi abbiamo preso una traversa con Cavani, poteva andare bene anche il pareggio: a otto minuti dalla fine eravamo padroni del campo, ho avuto da tutti una bella risposta. I tre punti persi oggi si possono recuperare, ora dobbiamo già pensare al Chievo".

Marek Hamsik (Centrocampista Napoli): "E' una sconfitta che deve farci riflettere. Brucia ma dobbiamo dimenticarla presto, per 80 minuti è stata una partita combattuta, sbloccata solo su calcio d'angolo. Non siamo venuti qui per pareggiare. La Juve è una grandissima squadra, che concede poco spazio ed occasioni ma noi abbiamo fatto un bel lavoro difensivo. Restiamo comunque la, grazie ad un buon inizio di campionato: ci aspettano due settimane toste, con tante partite e ci dobbiamo preparare.Potevamo fare qualcosa in più in fase offensiva, non siamo stati così bravi nelle ripartenze come in Coppa Italia o in Supercoppa. Stasera siamo andati un po’ peggio".