Serie A - Moviola: inesistente il rigore dato al Milan

Meno negativa del solito questa 23esima giornata del campionato di Serie A: è irregolare il primo gol del Siena contro l’Inter, mancano un rigore alla Roma e uno al Catania. Clamoroso l'abbaglio di Valeri a San Siro: l'entrata di Hertaux ai danni di El Shaarawy è sul pallone...

ROMA-CAGLIARI 2-4 (arbitro: Romeo di Verona) – Negato un rigore piuttosto clamoroso alla Roma (fallo di Tachtsidis su Ibarbo). Era dubbia la punizione assegnata alla Roma da cui nasce il gol di Totti. Dubbi su un’entrata di Conti ai danni di Totti all’interno dell’area cagliaritana e sulla traiettoria del cross di Avelar che Goicoechea ‘trasforma’ in gol. Giusto annullare la rete di Lamela.

TORINO-SAMPDORIA 0-0 (arbitro: Rizzoli di Bologna) – Pochi gli episodi da segnalare, gara nel complesso semplice da dirigere. Rizzoli non sbaglia nulla: giuste le ammonizioni a Gazzi e De Silvestri.

NAPOLI-CATANIA 2-2 (arbitro: Calvarese di Teramo) – Manca un calcio di rigore al Catania. Al 37esimo, sul risultato di 1-0, Zuniga si aiuta con il braccio per controllare un pallone all’interno dell’area del Napoli. Giusto il giallo a Grava nell’episodio che innesca una mini-rissa nel finale del primo tempo. Giusto infine annullare il gol a Bergessio all’inizio della ripresa: l’attaccante del Catania strattona Zuniga.

CHIEVO-JUVENTUS 1-2 (arbitro: Bergonzi di Genova) - E' in posizione regolare Matri quando, lanciato da Vidal, realizza l'1-0. Lo tiene in gioco Andreolli. Al 12' Corini protesta per un presunto mani di Barzagli sul cross di Thereau, ma il difensore colpisce prima con la testa e poi con la coscia. A metà primo tempo Lichtsteiner viene fermato per un fuorigioco che non c’è, visto che è in linea con Jokic. Sul finire del tempo Lichtsteiner controlla con un braccio ma non viene ravvisato.

FIORENTINA-PARMA 2-0 (arbitro: Russo di Nola) - Al 6' Lucarelli finisce a terra in area parmense e tocca il pallone con una mano, Russo non fischia il rigore e fa bene, il tocco appare involontario. Mirante, dopo uno scontro con Migliaccio, perde la palla che finisce in rete: giusto annullare. Jovetic è in posizione regolare quando ruba il tempo a Lucarelli e segna il 2-0. Sbagliato segnalare un fuorigioco di Borja Valero, in ottima posizione, mentre è corretto sbandierare su Toni.

GENOA-LAZIO 3-2 (arbitro: Tagliavento di Terni) - Al 15' sullo 0-0 il Genoa reclama un calcio di rigore per un presunto mani Radu, l'arbitro fa giocare e anche la moviola gli dà ragione. Regolare l'1-1 della Lazio: Floccari, sull'assist di Lulic, è tenuto in gioco da Granqvist: in fuorigioco è invece Mauri. A pochi minuti dalla fine Tagliavento punisce una "cintura" di Borriello su Cana con il rigore. Al 90' Lulic viene ammonito per fallo su Olivera, giusto non espellere l'esterno biancoceleste non si tratta di chiara occasione da gol.

PALERMO-ATALANTA 1-2 (arbitro: Damato di Barletta) - Pochi episodi da segnalare in una gara complessivamente ben diretta. Al 15' della ripresa Damato non ammonisce Fabbrini per un chiaro tuffo a centrocampo e, soprattutto, per aver messo le mani sulla sua divisa. Giallo invece a Cazzola per una goffa simulazione nell'area rosanero.

PESCARA-BOLOGNA 2-3 (arbitro: De Marco di Chiavari) - Al 18' Modesto rischia il rigore spingendo alle spalle Kone: De Marco non se ne avvede. Poi comincia il valzer dei penalty, tre in quarto d'ora: tutti e tre sono corretti. Weiss (due volte) e Kone subiscono falli chiari all'interno dell'area di rigore. Al 4' della ripresa il 2-2 del Bologna arriva grazie ad una punizione di Diamanti deviata da Gilardino, ma la punizione stessa è piuttosto generosa. Gran gol di Gilardino al 58': annullato per un fuorigioco millimetrico.

SIENA-INTER 3-1 (arbitro: Doveri di Roma) - In avvio Nagatomo, per anticipare Angelo, finisce a terra senza subire fallo: giusto lasciar proseguire. Irregolare il gol che porta in vantaggio il Siena: Emeghara, sul cross di Rubin, è oltre Zanetti quando trasforma l'1-0 a porta vuota. Un minuto dopo Cassano pareggia con un tiro-cross sfiorato da Nagatomo, in posizione regolare. L'Inter protesta per un contatto Belmonte-Cassano in area senese: per Doveri è tutto regolare, ma restano parecchi dubbi. Nessun dubbio invece sull'espulsione di Chivu al 56': lanciato verso la porta di Handanovic da Sestu, Emeghara subisce un netto fallo dal rumeno, che concede anche il rigore. Ineccepibili entrambe le decisioni di Doveri.

MILAN-UDINESE 2-1 (arbitro: Valeri di Roma) - Corrette le ammonizioni distribuite da Valeri nella prima parte di gara a Pinzi (trattenuta su Nocerino), Montolivo (entrata dura su Muriel) e Domizzi (intervento alle spalle di Balotelli). Nella ripresa giallo anche per Lazzari e Gabriel Silva. Regolare la posizione di Di Natale che di testa spizzica, avviando l'azione dell'1-1. Al 33' della ripresa contatto Balotelli-Domizzi in area friulana: la trattenuta poteva essere punita col rigore. Inesistente, invece, il penalty concesso nel finale ai rossoneri perché Herteaux colpisce la palla entrando su El Shaarawy.

***

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport