Serie A - Il retroscena: Zeman esonerato con un sms

La Roma ricorre a un messaggio testuale per dargli il benservito: era a giocare a golf e non rispondeva al cellulare

Via con un sms. Come nelle peggiori storie d’amore, quelle che finiscono con il classico “non ha avuto nemmeno il coraggio di dirmelo in faccia…”. La storia, anzi, la seconda storia tra Zdenek Zeman e la Roma è finita così, con il boemo a sapere del suo esonero attraverso il display del cellulare al termine della vorticosa mattinata di discussioni del cda giallorosso. Come nel ’99, anzi, forse peggio che nel ’99, quando venne informato dai giornalisti che la sua prima avventura nella capitale era giunta al capolinea.

Brutto gesto, vero, o quantomeno non di classe, ma d’altra parte la Roma è dovuta ricorrere giocoforza al messaggino testuale perché Zeman non si trovava: a casa non c’era e al telefono non rispondeva. Strano, proprio la mattina successiva al disastro. Già, perché, antitetico come sempre, il boemo aveva provato a cercare un po’ di pace fuggendo dalle quattro mura domestiche asfissianti per rilassarsi nel verde del Parco di Roma Sporting Clube dedicarsi al suo sport preferito – dopo il calcio, chiaramente –: il golf.

“Me lo aspettavo…” avrebbe poi confidato ai più intimi dopo aver ricevuto la triste notizia. Ora ne avrà di tempo per provare a migliorare il suo swing…

* * *

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport