Serie A - Trionfo della Fiorentina: 4-1 all'Atalanta

Quinta vittoria consecutiva per la squadra di Montella. Al Franchi la Fiorentina batte l'Atalanta per 4-1. Sblocca la partita Rodriguez al 5', ma Bonaventura trova il pareggio poco dopo. Un super Aquilani sigla la doppietta portando il match sul 3-1 a fine primo tempo. Luca Toni chiude il match sul 4-1.

Le due più grandi sorprese di questo inizio di campionato si sfidano al Franchi per la 13ma giornata di Serie A. Fiorentina e Atalanta vogliono continuare la striscia di vittorie consecutive: tre per la squadra bergamasca, ben quattro per la banda di Montella. Ne esce fuori un vero e proprio trionfo dei viola, che battono i nerazzurri per 4-1 ed agganciano il Napoli terzo in classifica. Ma passiamo subito all'analisi del match.

JOVETIC IN TRIBUNA, ATALANTA SENZA SORPRESE - Non c'è l'ha fatta a recuperarae Stefan Jovetic, e così Montella mette in campo la stessa formazione che ha battuto il Milan: Savic ancora in difesa al posto di Tomovic, Cuadrado ha recuperato dal viaggio con la Nazionale e Toni in attacco fa coppia con Ljajic. Atalanta con il solo Brivio in più, gli altri 10/11 sono gli stessi che domenica scorsa hanno battuto l'Inter.

GRANDE FIORENTINA, VANTAGGIO DI RODRIGUEZ - I primi minuti del match sono tutti a tinte viola. Toni e Ljajic mettono costantemente in difficoltà i centrali ospiti, che fanno molta fatica a fermare i due attaccanti. Il gol arriva al minuto 5: Pasqual su punizione mette in mezzo per Gonzalo Rodriguez che è bravo a stoppare e calciare subito di sinistro, la palla prende la traversa e finisce in rete. Dopo il vantaggio la squadra viola non abbassa affatto il ritmo e, su palla lunga, Toni spizza per la corsa di Pasqual che di destro colpisce di controbalzo e mette alto.

L'ATALANTA SALE DI COLPI E TROVA IL PAREGGIO - I bergamaschi ci mettono un po' ad entrare in partita, circa una ventina di minuti. Ma quando gli ospiti riescono a prendere le misure alla squadra viola, la partita diventa bella e combattuta. E' German Denis a dare la carica ai suoi quando, su punizione di Cigarini, stoppa la palla e gira di sinistro verso la porta, ma la sfera viene deviata e va in angolo. Qualche minuto dopo, su corner dalla destra, Manfredini stacca bene di testa ma colpisce debolmente il pallone che finisce tra le braccia di Consigli. E' il prologo al gol che arriva al 32': Denis dall'area di rigore prova il diagonale di destro che però viene rimpallato, sulla palla vagante Carmona di testa fa sponda per Bonavantura che è bravo ad anticipare Viviano e mettere in rete. Pareggio quindi dei nerazzurri, anche se bisogna segnalare la dubbia posizione di Bonaventura sul tocco di Carmona: sembra al di là dell'ultimo difensore, ma anche il replay visto più volte non chiarisce ogni dubbio. Comunque la partita torna in parità sull'1-1.

SUPER AQUILANI, ERRORACCIO DEL CIGA - Come detto precedentemente, la partita è combattuta e le due squadre si scontrano a viso aperto. Subito il pareggio i viola vanno subito vicini al vantaggio prima con il tiro dalla distanza di Aquilani, poi con Ljajic pescato magnificamente da Pasqual, ma di destro da posizione centrale mette a lato. Al 40' l'arbitro concede una punizione per la Fiorentina dal limite dell'area per un dubbio fallo su Pizarro: sul pallone va Aquilani che la piazza forte a giro sopra la barriera e finisce nel sette. Gran punizione del centrocampista ex Milan e partita di nuovo in discesa per la squadra viola. Piove sul bagnato per l'Atalanta, e al 45' Cigarini in difesa si fa rubare il pallone da Cuadrado e lo atterra con un fallo da dietro. Difficile dire se era o no fallo da ultimo uomo, ma l'arbitro estrae sicuro il rosso diretto per il centrocampista dell'Atalanta. Un minuto dopo, sull'angolo di Valero, nessuno tocca di testa, Consigli sbaglia l'uscita e Aquilani di destro mette in rete. 3-1 Fiorentina e notte fonda per la squadra nerazzurra.

C'E' GLORIA ANCHE PER LUCA TONI - Sotto di due gol e di un uomo, i bergamaschi non ci credono più. Così dopo qualche minuto della ripresa la Fiorentina trova il quarto gol: il solito Aquilani mette un cross in mezzo dalla fascia destra per Luca Toni che di testa mette in rete. Quarto gol stagionale del Campione del Mondo 2006 e partita ormai chiusa da un pezzo. Girandola di cambi nella seconda parte della ripresa mentre il match ha ben poco da dire, solo un gol annullato a El Hamdaoui per la posizione di off-side del marocchino. La partita si conclude 4-1.

LA FIORENTINA SALE AL TERZO POSTO - Quinta vittoria consecutiva dei viola e Napoli agganciato al 3° posto a quota 27 punti. La Fiorentina è sicuramente la più bella sorpresa di questo inizio di campionato, una squadra che gioca bene a calcio, che subisce veramente poco dietro e che soprattutto non è dipendente da Stefan Jovetic, come dimostrano questi risultati. Non ha demeritato la squadra di Colantuono, soprattutto in alcune fasi della prima frazione. Però alcuni episodi, come la punizione fantastica di Aquilani e l'espulsione di Cigarini, hanno condannato l'Atalanta a questo sconfitta.

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport