Shanghai - In Cina il momento della verità: Muller o Huff?

Penultimo appuntamento WTCC con i due piloti Chevrolet Yvan Muller e Robert Huff in testa con 345 punti

Finale migliore non poteva certo esserci. Due gare, o probabilmente una per decidere il nuovo campione Robert Huff o confermare il trionfo di Yvan Muller. Due piloti, uno stesso volante, quello della Chevrolet Cruze e quattro gare in cui ci si giocherà il tutto e per tutto. Cosa farà la corazzata Chevrolet, dominatrice incontrastata della stagione? Facile attendersi una lotta a due anche se la posizione del terzo Cruze Alain Menu sembra diventare a questo punto di notevole importanza.

Entrambi i piloti sono al comando con 345 punti e saranno i 26 giri totali in terra cinese a decidere chi a Macau, ultimo appuntamento in calendario, dovrà gestire l’importantissimo vantaggio. E saranno due gare affollate e piene di nuovi “ospiti”. Tante infatti le wild card presenti nel fine settimana di Jiading con il team China Dragon Racing che sarà al via con due Chevrolet: la Lacetti di Filipe Clemente De Souza e una Cruze per Ng Kin Veng. Quindi la Look Fong Racing Team con Eric Kwong Hoi Fung, protagonista del campionato turismo di Hong Kong, al volante a Shanghai di una Cruze. E il Team Engstler che ha deciso di iscriversi con una terza BMW 320si affidata a Liu Lic Ka.

Occhi puntati anche su un debuttante, Hugo Valente, portato a Shaghai dal team SunRed a bordo di una Seat Leon 1.6 turbo. Queste le novità senza dimenticare il buon Tarquini, reduce dal positivo weekend giapponese di Suzuka e intenzionato a chiudere nel migliore dei modi la sua esperienza in Seat prima di prendere per mano la Honda Civic dal 2013.